U.S.A. “NATO PER ESSERE IL NUMERO UNO”

Se stai pensando che mi stia riferendo nello specifico alle elezioni americane e al neo presidente Joe Biden ti sbagli…

Come ti ho già detto, amo questo popolo sia a livello personale che professionale.

https://ilariamappadelmondo.com/2020/10/25/tour-angeli-e-demoni/

Spesso, con il mio lavoro da tour leader, accompagno gruppi di americani ai quali si aggiungono a volte anche i canadesi (persone fantastiche anche loro)… guai a confonderli! Ma questa è un’altra storia di cui ti parlerò più in là 😉

Ora voglio tracciare un punto molto importante sulla tua mappa del mondo e della comunicazione interculturale: voglio parlarti della grande importanza che gli americani attribuiscono al ranking, ovvero alla classificazione di tutto e tutti.

Quello che a noi europei in genere appare un gioco, per gli americani è una faccenda piuttosto seria!

Negli Stati Uniti vengono classificate persone, banche, università, scuole, società, giocatori sportivi, personaggi famosi… di tutto e di più per scovare appunto chi sia il NUMERO UNO.

Parliamoci chiaro, essere il numero uno comporta parecchi benefici…molto spesso maggiori soldi e potere 😉

Ti domando: non è proprio negli Stati Uniti che ogni anno si fa la classifica più attendibile degli uomini più ricchi del mondo?

La sana competizione economica è uno dei fattori principali della vita americana.

Tutt’oggi le popolazioni native che abitano la costa nord-occidentale del Pacifico sono caratterizzate da un sistema di rango basato sulla ricchezza: ad una determinata ricchezza corrisponde potere e prestigio, il turno di parola e persino il posto a tavola!

Gli States venivano percepiti, ed in buona parte lo sono ancora oggi, come “la terra delle grandi occasioni”: quel posto dove si può ricominciare tutto da capo e magari lasciarsi alle spalle una vita dolorosa.

Un luogo nel quale si vale per quello che si è e si fa. Non per dove si è nati e da chi, di chi si sia amici ecc. Questo è il concetto di “uguaglianza” degli Stati Uniti.

Per fare in modo che questa “uguaglianza” venga applicata correttamente è indispensabile che la valutazione per trovare il numero uno sia assolutamente oggettiva, imparziale e affidabile, in modo che tutti possano avere la stessa opportunità di essere valutati.

Il “ranking” è un’esigenza molto forte, fa parte dell’essere americano.

Un discorso che solo chi è un “NUMERO UNO” è in grado di fare…

Riassumendo, per un americano il ranking non è solo essenziale ma va applicato a qualsiasi cosa.

Sotto, dopo la traduzione in Lingua inglese, ti lascio anche le foto di alcuni “NUMERI UNO” 😉

Ci aggiorniamo presto, sto già lavorando ad ulteriori preziose info per aggiornare la tua mappa del mondo! Non perderti il prossimo articolo sul mio blog! 🙂

U.S.A. “BORN TO BE THE NUMBER ONE”

If you are thinking that I am referring specifically to the US elections and the new president Joe Biden you are wrong.

As I have already told you, I love these people both personally and professionally.

https://ilariamappadelmondo.com/2020/10/25/tour-angeli-e-demoni/

During my work as a tour leader, I often accompany groups of Americans to which Canadians (also fantastic people) are sometimes added… however, you’ll get in trouble if you confuse them! This is another story, I will tell you about it next time 😉

Now I want to draw a very important point on your map of the world and intercultural communication: I want to talk to you about the great importance of the ranking for Americans people, I mean the classification of everything and everyone.

What generally appears to us as a game is a rather serious matter for the Americans!

In the United States, people, banks, universities, schools, companies and sports players, famous people are classified… everything and more to find out who the NUMBER ONE is.

Let’s face it, being number one has many benefits… very often it means more money and power 😉

A question for you: is it in the United States that the most reliable ranking of the richest men in the world is made every year?

Economic competition is one of the main factors of American life.

Even today, the native populations that inhabit the Pacific Northwest coast are characterized by a rank system based on wealth: a certain wealth corresponds ta certain power and prestige, the turn to talk and even the seat at the table!

US was perceived, and to a large extent it is still today, as “the land of great opportunities”: that place where you can start all over again and maybe leave a painful life behind.

A place where you are ranked for what you are and what you do. Not for where you were born and from whom, whose friends you are etc. This is the US concept of “equality”.

To ensure that this “equality” is applied correctly it is essential that the evaluation to find the number one is absolutely objective, impartial and reliable, so that everyone can have the same opportunity to be evaluated.

The “ranking” is a very strong need, it is part of being American.

“Stay Hungry, Stay Foolish!” great speech of a “NUMBER ONE”

In summary, for an American person ranking is not only essential but must be applied to everything.

Here below, you find some photos of some “NUMBER ONE” 😉

See you soon , I am almost ready with other useful news to update your world map! Don’t miss the next article! 🙂

ESCURSIONI NEL LAZIO: “EST! EST!! EST!!!” VISITA A MONTEFIASCONE

Il nuovo decreto del Governo impone la chiusura nazionale dei musei ed altre limitazioni a seconda delle regioni… ovviamente un duro colpo per chi, come me, lavora nel turismo.

Tuttavia per me questo particolare momento è una sfida: anche se nonostante la pandemia ho avuto finora la possibilità, seppur limitata, di continuare ad accompagnare qualche gruppo di turisti….. ne sto approfittando per essere ancora più carica e competitiva nel mondo del travel non appena la pandemia avrà allentato la presa 😉

Ovviamente anche tu sei sempre nei miei pensieri: eccomi stavolta a darti nuovi consigli per una nuova località da visitare in futuro qua nel Lazio, come sai da accompagnatrice turistica sono proprio specializzata su questa regione.

https://ilariamappadelmondo.com/roma-e-lazio/

Oggi ti parlo di Montefiascone e del famoso vino “Est! Est!! Est!!!”, ci sono stata insieme ad i miei inseparabili gruppi formati soprattutto da tedeschi e francesi.

Montefiascone è una cittadina di circa 13.500 abitanti, si trova nella provincia di Viterbo.

A meno che tu non abbia intenzione di visitare la cittadina completamente in macchina (per quanto possibile), ti consiglio scarpe ed abbigliamento comodo, bottigliette d’acqua… in alcune zone ci sono infatti anche salite ripide ed eventuali scalinate (l’ascensore per disabili che si trova a Piazza Campo Boario purtroppo fino a poco tempo fa era fuori servizio).

Consiglio anche cappellini con visiera se decidete di visitare la cittadina in estate.

Non perderti assolutamente la visita della cattedrale “Santa Margherita”, Corso Cavour e la chiesa in stile gotico di “San Flaviano”.

Fuori dal centro storico si trova anche la Rocca dei Papi: da lì c’è anche il belvedere con un meraviglioso affaccio sul Lago di Bolsena.

Montefiascone è una località famosa in particolare per la produzione di vini DOC.

A questo proposito voglio raccontarti la particolare storia legata al vino più famoso della località.

La zona di produzione del vino “Est! Est!! Est!!!” di Montefiascone comprende il territorio dei comuni di Montefiascone, Bolsena, San Lorenzo Nuovo, Grotte di Castro, Gradoli, Capodimonte e Marta.

Correva l’anno 1111 ed Enrico V si stava recando da Papa Pasquale II. Con Enrico V lui viaggiava Defuk, un vescovo amante del buon vino.

Il servo del vescovo, Martino, aveva il compito di precederlo e scovare le locande che servivano il vino migliore. Per segnalare queste locande, Martino doveva scrivere “est” (in latino significa c’è) vicino alla porta della locanda stessa.

Arrivato a Montefiascone, Martino fu tanto colpito dalla qualità del vino locale da segnalarlo scrivendo sulla porta per ben tre volte “Est! Est!! Est!!!”

Johannes Defuk si trovò decisamente d’accordo con il servo. Defuk, alla fine del viaggio decise di tornare a Montefiascone, dove rimase fino al giorno della sua morte.

Presso la chiesa di San Flaviano, dove è stato sepolto Defuk, ancora oggi si può leggere sulla sua lapide:

Per il troppo “EST!” qui giace morto il mio signore Johannes Defuk”

Sotto, dopo la traduzione in Lingua inglese, ti lascio alcune foto che ho scattato durante i tour.

Come ti dicevo all’inizio dell’articolo, ho accompagnato prevalentemente gruppi di francesi e tedeschi in questa località… quindi al fine di rendere sempre migliore la tua mappa del mondo e la tua comunicazione interculturale… nel prossimo articolo riprenderò a parlarti proprio di uno dei due popoli… segui il blog! 😉

“EST! EST!! EST!!!” A VISIT TO MONTEFIASCONE

The new government decree imposes the national closure of museums and other restrictions depending on the region… obviously bad news for all of us tourism workers.

However, for me this particular moment is a challenge: even despite the pandemic I have had the possibility, albeit very limited, to continue to accompany some groups of tourists … .. on this situation I’m taking advantage of it to be even more competitive in the world of travel as soon as the pandemic has loosened its grip 😉

Obviously you are always on my mind: this time I am giving you new tips for a new place to visit here in Lazio in the future, as you know as a tour guide I am specialized on this region.

https://ilariamappadelmondo.com/roma-e-lazio/

Today I’m talking about Montefiascone and the famous wine “Est! Est!! Est!!! ”, I was there together with my inseparable groups formed mainly by Germans and French people.

Montefiascone is a town of about 13,500 inhabitants, located in the province of Viterbo.

Unless you intend to visit the town completely by car (as far as possible), I recommend comfortable shoes and clothing, bottles of water … in some areas there are in fact also steep climbs and maybe stairways to climb (the lift for the disabled which is in Piazza Campo Boario… unfortunately it was out or order).

I also recommend caps with visors if you decide to visit the town in the summer.

Do not miss a visit to the cathedral “Santa Margherita”, Corso Cavour and the Gothic style church of “San Flaviano”.

Outside the historic center there is also the Rocca dei Papi: from there there is also the belvedere with a wonderful view of Bolsena Lake.

Montefiascone is a place famous in particular for the production of DOC wines.

In this regard, I want to tell you the particular story linked to the most famous wine of the place.

The wine production area “Est! East!! East!!!” di Montefiascone includes the territory of the municipalities of Montefiascone, Bolsena, San Lorenzo Nuovo, Grotte di Castro, Gradoli, Capodimonte and Marta.

It was the year 1111 and Henry V was on his way to Pope Pasquale II. Along with Henry V he traveled Defuk, a bishop who loved good wine.

The bishop’s servant, Martino, had the task of preceding him and finding the inns that served the best wine. To indicate these inns, Martino had to write “est” (in Latin it means “there is”) near the door of the inn itself.

Arriving in Montefiascone, Martino was so impressed by the quality of the local wine that he reported it by writing on the door even three times “Est! Est!! Est!!!”

Johannes Defuk found himself his servant was right. Defuk, decided to return to Montefiascone, at the end of the journey. He remained there until the day of his death.

At the church of San Flaviano, where Defuk was buried, you can still read on his tomb:

“For too much” EST! ” here my lord Johannes Defuk lies dead ”.

Below, you find some photo I took during my tour.

As I told you at the beginning of the article, I mainly accompanied groups of French and Germans in this locality … so in order to make your world map and your intercultural communication better and better … in the next article I will talk you about one of them: follow my blog! 😉

GIGI PROIETTI: ADDIO AL ROMANO DOC

E’ come se la capitale avesse perso uno dei suoi re di Roma!

Gigi Proietti ci lascia proprio nel giorno del suo ottantesimo compleanno.

Gigi Proietti (Roma, 2 novembre 1940 – Roma, 2 novembre 2020) è stato attore, cabarettista, conduttore televisivo, cantante e tanto altro… qua in Italia era uno dei simboli di Roma… un po’ come il Colosseo.

Gigi era una grande attore ma soprattutto un grande uomo… a cui l’Italia intera ha voluto e vorrà sempre bene. Con la sua arte ci ha fatto ridere e pensare… era considerato un “intellettuale popolare”.

Di Roma Gigi amava tutto… dal dialetto alla carbonara.

A Roma ha dedicato tutto: monologhi, personaggi, canzoni e poesie.

Anno infausto questo 2020 che non ci ha risparmiato neppure questa enorme perdita.

Caro Gigi, forse ora tirerai su il morale agli angeli in cielo.

Sotto il post per la mia Pagina Facebook “Roman Holiday For You”:

GIGI PROIETTI: FAREWELL TO AN AUTHENTIC ROMAN MAN

It is as if the capital had lost one of its kings of Rome!

Gigi Proietti leaves us on the day of his eightieth birthday.

Gigi Proietti (Rome, November 2, 1940 – Rome, November 2, 2020) was an actor, a comedian, television host, singer and much more … here in Italy he was one of the symbols of Rome … just like the Colosseum.

Gigi was a great actor but above all a great man … to whom Italy has wanted and will always love him. With his art he made us laugh and think … he was considered a “popular intellectual”.

Gigi loved everything about Rome… from the dialect to the carbonara.

He dedicated everything to Rome: monologues, characters, songs and poems.

A very sad year this 2020 which did not save us even this huge loss.

Dear Gigi, maybe now you will keep up angels’ spirits in heaven.


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: